Ma che nebbia c’è

17 Mag

Mentre cerco di districarmi tra le nozioni inviate dal prof Andreas e i suggerimenti dei compagni del villaggio mi tornano in mente vecchi ricordi, come se un tagg li avesse acchiappati e riportati alla luce per condividerli con voi e magari trarne un insegnamento utile e costruttivo. Durante le mie vacanze estive fino all’eta di 14 anni(da qui in avanti si otteneva il “libretto di lavoro” e subito si cercava qualche occupazione in alberghi o ristoranti) potevo considerarmi una cow-girl, seguivo la transumanza delle greggi e curavo le mucche al pascolo, tutto questo con non poche difficoltà visto la conformazione a V della mia valle e le difficoltà di collegamento per raggiungere i pascoli più alti. Il trascorrere delle giornate, con qualsiasi situazione meteomucche(le mucche mangiano anche quando piove) mi ha permesso di osservare e riflettere sugli straordinari scenari che la natura ci offre e i suoi cambiamenti repentini che a volte disorientano noi, poveri uomini…Diverse volte mi è capitato di osservare la nebbia salire veloce, strisciando silenziosa lungo i pendii della valle e ricoprire tutto oscurando la visibilità e rendendo impossibile orientarsi a chi non conosceva perfettamente ogni sasso o sentiero. Per noi ragazzi era un gioco assai divertente accompagnare gli sventurati turisti che non riuscivano ad orientarsi e giravano in tondo senza trovare il “Rifugio Volta “, unico riparo dove passare la notte, o il sentiero per scendere a valle. Molte volte mi chiedevo come fosse possibile perdere così facilmente la cognizione dello spazio e dell’orintamento semplicemente perchéun velo sottile e impalpabile toglieva loro la capacità di vedere. Ora mentre cerco di orientarmi in linguaggi e metodi a me sconosciuti, mi sento proprio spaesata come i turisti persi nella nebbia, cerco una persona amica che mi guidi fino al “Rifugio” e mentre l’agitazione o terrore di non capire o di non riuscire a trovare la via mi sta per assalire, ecco che un altro collegamento mi tagga, mi acchiappa un nuovo ricordo, mi siedo su un sasso e aspetto, cosa… semplice aspetto che piano piano il sole bruci coi suoi caldi raggi la nebbia, proprio come il prof col suo parlare mi illumina e mi schiarisce le idee, oppure aspetto il passaggio di un pastore che più esperto si orienta anche nella nebbia, proprio come i compagni del villaggio da cui ogni giorno traggo insegnamenti e nuove vie di fuga, o come ultima possibilità mi calmo e incomincio a sondare tutti i miei sensi, non solo la vista, comincio a distinguere i campanacci delle mucche o il rumore del torrente che mi aiutano a trovare la giusta direzione, proprio come gli argomenti fino ad ora trattati mi permettono di muovere i primi passi, anche da sola, senza più la paura di finire nel burrone. Si, sto proprio assaporando tutte quelle emozioni della cow-girl che va esplorando nella nebbia un meraviglioso mondo da scoprire….provate a chiudere gli occhi e immergetevi anche voi

Advertisements

2 Risposte to “Ma che nebbia c’è”

  1. massimosimeoni 18/05/2013 a 12:13 am #

    ciao Cizzina, finalmente sono tornato. Lunga assenza dovuta a forze maggiori. Noto con piacere che il blog, da semplice esercizio-suggerimento lanciato dal prof. è diventato per te motivo di impegno quotidiano e mi sento di aggiungere che i risultati si notano. Come poi non apprezzare quella tua similitudune tra ciò che è stata la tua esperienza passata e le nuove sfide che stai affrontando. Felice per te , continuerò a seguirti di sicuro perchè quello che scrivi sembra veramente un raggio di sole che penetra nella nebbia, fai veramente trasparire positività. Continua così. Massimo

    • cizzina73 18/05/2013 a 4:32 pm #

      Ciao Massi, si come ai visto, ci sto prendendo gusto anche se a volte mi perdo nella nebbia delle terminologie, però dicono che ho la testa dura e resisto e scopro ogni giorno cose nuove 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: